SUOMY : LA GIORNATA PERFETTA!

alt

SUOMY : LA GIORNATA PERFETTA. Possiamo sicuramente definirla la “giornata perfetta”. Tutti i nostri piloti hanno fatto del passato weekend un weekend vincente. Era tanto tempo che non occupavamo il gradino più alto dei vari podi e  non solo quello. L’entusiasmo di chi , ancora appassionato di moto, facendo zapping sui diversi canali ha visto i caschi Suomy conquistare così tante vittorie è stato grande ma procediamo per gradi:

SBK

Poteva essere una giornata nera per Max Biaggi , tutto pareva essere andato storto dal venerdì, fuori dalla Superpole non era mai successo. Insomma poteva essere la giornata della disfatta e, forse ,se analizziamo solo la gara di Max, lo è stato. Mai visto un Max così in crisi ma…quando è la “giornata perfetta” tutto si sistema. Deludente Max ma un clima amico e l’autogoal dei più blasonati concorrenti a sorpresa hanno fatto in modo che Max uscisse da Assen in testa al Campionato del Mondo. Arriverà quindi a Monza come leader del Campionato. A differenza dell’anno scorso, la sorte è dalla sua parte.

Campionato Mondiale Supersport 600

Clamorosa vittoria del nostro Lorenzo Lanzi, 30 anni, fermo da dodici mesi e tornato con una Honda di una piccola squadra mai provata prima. E’ partito in sesta fila ed ha letteralmente stracciato tutti. Ex pilota ufficiale Ducati meriterebbe un’altra chance. 

Campionato del Mondo Cross MX1

Dopo l’opaca prima prova del Mondiale abbiamo per un attimo temuto di aver scelto male ma Cristophe Pourcel ha immediatamente dipanato ogni nostro dubbio, imponendosi di forza in gara 1 e conquistando il secondo posto in gara 2. Vince il GP ed entra di forza tra i leader di questo Campionato. Pulito, deciso e coriaceo non ha lasciato niente al mostro sacro Cairoli. La prossima domenica a Fermo terremo duro, sarà lui l’uomo da battere. 

Campionato del Mondo Cross MX2

Possiamo dire di essere stati i protagonisti assoluti. Due piloti, quattro podi. Bello, bello, in gara 1 trionfa a sorpresa Roelants che tutti pensavano essere specialista della sabbia e più in crisi sul duro e invece a sorpresa ha messo tutti in fila. Searle, vittima di un piccolo guasto tecnico, si deve accontentare del terzo posto ma la sua delusione dura poche ore, perché con grinta si è imposto in gara 2, conducendo dal primo all’ultimo giro. Roelants partito quindicesimo finirà quarto.